CALCOLA IL TUO RISCHIO CARDIOVASCOLARE - Studio Cardiologico Botoni

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CALCOLA IL TUO RISCHIO CARDIOVASCOLARE

 

Esistono vari Score per calcolare il rischio individuale di sviluppare una malattia cardiovascolare maggiore nei prossimi anni o di calcolare l’età vascolare. 
Qui in basso ne propongo alcuni


SCORE è uno studio Europeo sviluppato dalle Task Force europee congiunte per la Prevenzione Cardiovascolare, basandosi su più di 200.000 pazienti provenienti da database di 12 studi di coorti europee, e che tiene conto delle statistiche sulla mortalità dei singoli Paesi. I Paesi europei includono Paesi ad alto (Finlandia, Russia, Norvegia, Gran Bretagna, Danimarca, Svezia, Germania) e a basso (Belgio, Italia, Francia e Spagna) rischio cardiovascolare, dando luogo a due diverse scale di rischio, sulla base delle quali si calcola l’Età Vascolare . Lo studio SCORE parte dall’esigenza di avere dati europei e non derivanti da pazienti statunitensi, soprattutto in Paesi come l’Italia, con rischio cardiovascolare ridotto rispetto agli Stati Uniti. A differenza dello studio americano, il rischio SCORE preso in considerazione è quello di sviluppare un evento fatale entro 10 anni, tenendo conto del rischio specifico delle singole popolazioni europee.


CALCOLO ETA’ VASCOLARE l’Età Vascolare, basato sullo studio SCORE, indica di quanto i vasi di un dato individuo vengano invecchiati dalla presenza ed entità dei principali fattori di rischio cardiovascolare. Vari studi dimostrano che l’Età Vascolare di un paziente con fattori di rischio cardiovascolare può essere ben più alta di quella anagrafica .Ad esempio, mentre un uomo di 59 anni, non fumatore, con pressione sistolica 133mmHg e colesterolo totale 178mg/dl, ha un’Età Vascolare di 61 anni, un fumatore con la stessa età anagrafica ma con pressione sistolica 166mmHg e colesterolo totale 236mg/dl presenta un’Età Vascolare di ben 83 anni .


FRAMINGHAM è uno studio americano che calcola il rischio di sviluppare un evento cardiovascolare entro 10 anni Questo modello è stato ottenuto impiegando pazienti statunitensi, prendendo in considerazione diversi fattori di rischio cardiovascolare (età, sesso, fumo, diabete, pressione sistolica, terapia antipertensiva, colesterolo totale e colesterolo HDL; alternativamente al colesterolo si può usare l’indice di massa corporea). Questo studio ha il merito di definire per la prima volta il concetto di Età Vascolare. D’altra parte, il modello è stato elaborato su una popolazione di partenza molto diversa da quella europea e richiede di conoscere un numero abbastanza elevato di dati di partenza. Inoltre non si fa riferimento alla probabilità di avere eventi fatali ma solo eventi cardiovascolari (infarto, ictus, angina…)


ISTITUTO SUPERIORE SANITA’ . Valutazione del rischio cardiovascolare maggiore tramite il punteggio individuale. E’ uno strumento semplice per stimare la probabilità di andare incontro a un primo eventi cardiovascolare maggiore (infarto del miocardio o ictus) nei 10 anni successivi, conoscendo il valore di otto fattori di rischio: sesso, età, diabete, abitudine al fumo, pressione arteriosa sistolica, colesterolemia totale, HDL-colesterolemia e trattamento anti-ipertensivo. dal punteggio è più precisa rispetto a quella delle carte del rischio cardiovascolare. 

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu